Prodotto è stato aggiunto al tuo carrello
 +39 0971 472 305 | email: info@natuverabio.com | SKYPE: NATUVERABIO

Perchè Acquistare!

Consigliato dai nostri ESPERTI!
Spedizione Gratuita
da € 28,00
Guadagna Punti
più acquisti più risparmi

Salice Bio

€ 5,85



Salice Bio
(Salix alba)

Parte utilizzata: corteccia

Provenienza: POLONIA

Fa bene a:
-
Calma dolori di varia natura, per la sua azione antispastica e sedativa
- Febbrifugo
- Tonifica l'apparato digerente
- Cura le infiammazioni della pelle e delle mucosa
- Calma  i dolori in caso di dismenorrea

Descrizione:
Il salice fu uno dei rimedi vegetali più usati in Assiria e Babilonia. Fin dai tempi di Dioscoride, nel I secolo d.C., i sostenitori della teoria dei segni credevano che il salice, fosse in grado di resistere bene alla "aria insalubre" delle terre umide e acquitrinose in cui cresceva, e, quindi, dovesse logicamente contenere qualche sostanza capace di guarire le febbri malariche e i dolori reumatici che tanto frequentemente affliggevano gli abitanti di quei luoghi.

Infatti il salice bianco fu usato con buoni risultati come febbrifugo contro la malaria e contro altri tipi di febbre, tanto che fu definito il "chinino europeo".

La corteccia e, in minore quantità, le foglie e i fiori del salice contengono tannini, che gli conferiscono azione astringente e tonica, sali minerali e materie coloranti. Ma il principio attivo più importante è il glucoside salicina, contenuto anche nei fiori, che per azione dell'enzima glucosidasi può trasformarsi in glucosio e saligenina e questa, per ossidazione, in aldeide salicilica e poi in acido salicilico: da quest'ultimo si ricava quindi l'acido acetilsalicilico o aspirina.

Per il suo contenuto di salicina, il salice possiede proprietà febbrifughe, analgesiche, antinfiammatorie, antireumatiche e leggermente antispastiche e sedative, che lo rendono utile nei seguenti casi:

Dolori di varia natura: per la sua azione antispastica e sedativa, è molto efficace per alleviare tutti i tipi di dolori, specialmente quelli reumatici e, nelle donne, quelli causati da dismenorrea (mestruazioni dolorose) o spasmi uterini.

Come febbrifugo si può usare contro tutte le malattie febbrili, ha il vantaggio di tonificare l'apparato digerente, grazie ai tannini contenuti nella corteccia. Per uso esterno, il salice si usa per lavare le ferite e ulcerazioni della pelle oltre che per irrigazioni vaginali in caso di leucorrea.

A differenza di quello che si potrebbe credere, la scoperta dell'acido acetilsalicilico non sostituisce l'uso del salice. Anche se è provato che il derivato sintetico sviluppa un effetto febbrifugo e analgesico più rapido del prodotto naturale, il salice ha il vantaggio di non essere irritante per lo stomaco quanto l'aspirina, anzi tonifica l'apparato digerente.

Nessun Cliente ha lasciato un commento

Scrivi la tua recensione

Consigliato dai nostri ESPERTI!
Spedizione Gratuita
da € 28,00
Guadagna Punti
più acquisti più risparmi

Prodotti Correlati: